Modificare lo statuto della propria associazione: consigli di POLYAS

Associazioni: lo statuto

Il processo di fondazione di un'associazione richiede la stesura di uno statuto. Qui verranno stabiliti dei punti importanti per la creazione dell'associazione: la sua organizzazione, i diritti e doveri dei soci e molto altro. L'assemblea dei soci dovrà ovviamente approvare il contenuto dello statuto. Lo statuto è quindi la pietra miliare di un'associazione!

I tipi di associazione e il Codice Civile

Il Codice Civile italiano riconosce due tipologie di associazione:

  • associazioni riconosciute come persone giuridiche (hanno piena capacità giuridica e autonomia patrimoniale, ovvero il patrimonio dei membri dell'associazione è distinto da quello dell'associazione stesso)
  • associazioni non riconosciute come persone giuridiche

I documenti fondamentali che servono ad un'associazione per essere tale sono l'atto costitutivo e lo statuto.
Vi sono poi delle differenze riguardo all'atto pubblico di fondazione. 
L'Art. 14 del Codice Civile impone solamente alle associazioni riconosciute come persone giuridiche un atto pubblico di fondazione che avviene tramite un notaio o un pubblico ufficiale. Affinché ciò avvenga l'associazione deve avere un patrimonio che varia fra i 30.000 e i 50.000 euro. 
Le associazioni non riconosciute, invece, possono registrare l'atto costitutivo e lo statuto stesso presso l'Agenzia delle Entrate e poi decidere se farsi riconoscere o meno a livello pubblico.

Richieda ora un preventivo >

I contenuti dello statuto delle associazioni

Nell'Art. 16 del Codice Civile viene indicato che cosa debbano contenere l'atto costitutivo e lo statuto:

  • denominazione dell'ente
  • l'indicazione dello scopo
  • l'indicazione del patrimonio e della sede
  • le norme sull'ordinamento e sulla amministrazione.

Inoltre nello statuto e nell'atto costitutivo devono essere indicati:

  •  i diritti e gli obblighi degli associati
  • le condizioni della loro ammissione

L'Art 16 continua indicando che cosa può essere scritto nei due documenti ma non è obbligatorio: "L'atto costitutivo e lo statuto possono inoltre contenere le norme relative all'estinzione dell'ente e alla devoluzione del patrimonio e, per le fondazioni, anche quelle relative alla loro trasformazione ".

Consiglio di POLYAS: vuole votare online nella Sua associazione? Si tratta di un processo molto semplice: basta inserire la modalità online nello statuto. Contatti gratuitamente i nostri esperti per ricevere maggiori informazioni a riguardo!

I caposaldi dello statuto per le associazioni

Stendere lo statuto di un'associazione tenendo conto dei punti elencati sopra richiede tempo ma non è difficile. Infatti potrà leggere diversi statuti di diverse associazioni per avere un'idea dei contenuti da inserire. La gestione di un'associazione è infatti simile. Le voci da inserire nello statuto, facendo un esempio ovviamente non vincolante,  saranno queste (e non solo):

  1. Oggetto
  2. Soci
  3. Risorse sconomiche
  4. Organi dell'associazione (che verranno poi elencati)
  5. Scioglimento
  6. Norme finali

Questa bozza indicativa contiene i caposaldi dello statuto di un'associazione. Diversi modelli sono anche reperibili online, a seconda della tipologia di associazione (per esempio ONLUS, Volontariato, Sportiva). Vi consigliamo comunque di collaborare sempre con un esperto che verifichi la validità dello statuto!
Contatti ora un nostro esperto in votazioni online per le associazioni per ricevere maggiori informazioni!