Home Gestire elezione Presupposti giuridici
POLYAS vi offre diversi consigli su come organizzare la vostra elezione rispettando lo statuto o il regolamento elettorale.

Gestire elezione: i presupposti giuridici

Leggendo lo statuto ci si accorge spesso di quanto sia complesso organizzare un'elezione. I responsabili devono prestare attenzione ai minimi dettagli giuridici per fare in modo che la futura elezione sia legale e riconosciuta. Succede spesso che alcuni aventi diritto al voto sospettino che i risultati delle elezioni vengano manipolati. Faccia in modo, quindi, che la Sua elezione sia ben organizzata rispettando alla lettera lo statuto in modo da evitare qualsiasi polemica o critica. 

L'importanza dello statuto nelle organizzazioni

Un'elezione dovrebbe essere l'espressione della maggioranza pur considerando anche la volontà della minoranza. Per questo motivo le elezioni sono regolate giuridicamente nei minimi dettagli e comportano una serie di regole decise precedentemente dagli stessi aventi diritto al voto. Durante l'organizzazione elettorale è importante rispettare tutti questi aspetti.

Rispettare lo statuto

Nello statuto sono fissati tutti i punti che dovrebbero essere soddisfatti e rispettati durante l'organizzazione dell'elezione. Prenda in considerazione ed esamini tutti questi presupposti insieme ai Suoi colleghi. Chi organizza un'elezione dovrebbe conoscere bene lo statuto non solo per poter organizzare un'elezione legale ma anche per rispondere ad eventuali dubbi degli aventi diritto al voto e mostrare la propria competenza nel settore.
 

I dettagli su come si svolgerà l'elezione sono presenti nello statuto?

Nello statuto o nel regolamento elettorale dovrebbe essere scritto in modo chiaro come si deve svolgere l'elezione. Questo documento dovrebbe essere facilmente accessibile agli aventi diritto al voto. Nel caso in cui volesse utilizzare il voto elettronico online dovrà inserire questa possibilità nello statuto. Legga di più su come modificare lo statuto di un'associazione!

Richieda ora un preventivo >

Il diritto di voto: attivo e passivo

Il diritto di voto si divide in diritto attivo e passivo: quello attivo riguarda l'espressione concreta del voto mentre quello passivo riguarda la possibilità di candidarsi all'elezione. Nel regolamento elettorale dovrebbe essere stabilito chi può votare e chi può essere votato. Faccia in modo che tutti gli aventi diritto al voto vengano informati abbastanza in anticipo riguardo all'elezione e alla possibilità di candidarsi.

La lista degli aventi diritto al voto è completa e attuale?

La lista degli aventi diritto al voto è il punto di partenza per l'elezione. Verifichi che tutti i dati presenti nella lista siano attuali e possano essere utilizzati. Nello statuto o nel regolamento elettorale ci saranno sicuramente delle scadenze da rispettare entro le quali informare gli aventi diritto al voto. Solo attraverso una lista attualizzata potrà contattare in modo effettivo tutti gli aventi diritto al voto senza dimenticare nessuno.

 

I candidati possono davvero candidarsi?

Spesso ci si dimentica di verificare se chi si è candidato alle elezioni possa davvero candidarsi! Anche in questo caso è bene controllare lo statuto e vedere quale siano le prerogative per chi vuole candidarsi. Spesso, nelle associazioni, può candidarsi chi ne fa parte da almeno due o tre anni, oppure in altre realtà, può candidarsi solo chi ha ottenuto un certo numero di firme. 

Consiglio di POLYAS: è sempre bene rispettare tutto ciò che è scritto nello statuto o nel regolamento elettorale. Se sceglierà il voto elettronico online non ci saranno problemi perché tutto si svolgerà nel rispetto dei principi fondamentali del voto. Legga di più sulla sicurezza del voto online!

Modificare lo statuto per votare online

Nel caso in cui volesse modificare lo statuto per votare online Le daremo tutti i consigli necessari su cosa bisogna fare e le indicheremo a chi rivolgersi. Ci contatti per ottenere maggiori informazioni sull'introduzione del voto elettronico online nella Sua organizzazione!